Acqua e olio
Blog

Acqua e Olio

L’idea di mescolare carte rosse con carte nere e di fare in modo che si separino in modo magico è molto antica. Infatti nel 1782 William Hooper creò una versione di acqua e olio utilizzando lo stripper deck (il mazzo conico).

Il primo a fare una versione di acqua e olio senza mazzo truccato fu Hofzinser (egli lavorò nel periodo 1850/1860). Infatti Ottokar Fisher pubblicò nel 1910 un effetto (proposto sotto forma di “problema”, quindi dando solamente l’effetto senza rivelare un metodo) che consisteva nel mostrare un mazzo ben mescolato, dividerlo in due mazzetti e magicamente un mazzetto risultava composto solo da carte rosse e uno da carte nere.

Ottokar disse che questo effetto fosse di Hofzinser (infatti sul “non plus ultra” volume 2 viene esaminato da Magic Christian come “problema di Hofzinser”). Successivamente, nel 1940, Walter Gibson inviò alla rivista “the jinx” numero 9, un gioco nel quale tre carte nere e tre carte rosse si alternano e poi si separano magicamente: questo effetto si chiamò “like seeks like”.

Dopo Walter Gibson, anche Marlo lavorò al tema “acqua e olio”, sul suo libro “The Cardician” nel 1953. La presentazione vera e propria dell’acqua e dell’olio venne proposta per la prima volta da Samuel Pavlov nel 1948.

Dopodiché , moltissimi prestigiatori lavorarono al tema Oil & Water, ognuno concentrandosi su vari metodi e/o stratagemmi.

(by Adam)

One thought on “Acqua e Olio

  1. Wow super interessante davvero!
    Era ora che qualche sito magico si concentrasse oltre che sui mazzi di carte a parlare anche della storia della magia, davvero complimenti!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Per continuare a visualizzare questo sito, devi accettare l'utilizzo dei cookies. Leggi

Per continuare a visualizzare questo sito, devi accettare l'utilizzo dei cookies.

Close