Blog

A.C.A.A.N.

L’idea di far coincidere una carta scelta ad un numero scelto è un’idea antichissima che risale al ‘500 e si chiamava CAAN (Card At Any Number).

Invece l ’idea di far coincidere una qualsiasi carta a un qualsiasi numero è un po’ più recente, infatti la prima versione venne pubblicata da Edme-Gilles Guyot su “Nouvelles Récréations Mathématiques et Physiques” nel 1769. Questa versione non usava un mazzo completo, ma solo 21 carte e utilizza la meccanica del gioco dei tre mazzetti.

Nel 1868 Robert Houdin su “Les Secrets de la Magie et de la Prestidigitation” dimostra che, anche quando le scelte sono limitate, l’effetto può  dare l’impressione che una carta qualsiasi possa apparire a un qualsiasi numero.

Un metodo che permetteva due scelte veramente libere usando un mazzo completo di carte fu pubblicato da Charles Shepherd come “Il trucco della carta ACME” sulla rivista “The Sphinx” Volume 7 Numero 1, nel 1908, usando una carta chiave.

Mentre nel 1927 Luois Nikola utilizza una versione con il suo mazzo memorizzato in “The Nikola Card System”, Raynaly scrive un CAAN nella rivista francese “L’ Illusionniste”, Numero 73 nel 1908. Quest’ultimo è stato tradotto da Jean Hugard in inglese in “Hugard’s Magic Monthly”, Volume 13 Numero 5, nel 1955. Il metodo fu pubblicato anche da Louis Gombert in “Le Prestidigitateur” nel 1928.

In seguito la versione di Gombert è stata ripresa e resa famosa da Al Baker in “A Card and a Number” in “Al Baker’s Book One” nel 1933.

A oggi esistono tantissime versioni, che si basano su stratagemmi e su idee molto astute, e altrettanti libri riguardanti l’Acaan. 

(by Guido)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Per continuare a visualizzare questo sito, devi accettare l'utilizzo dei cookies. Leggi

Per continuare a visualizzare questo sito, devi accettare l'utilizzo dei cookies.

Close